Indietro

simone castellani


Sono Simone Castellani, regista e sceneggiatore del film. Ho 19 anni e ho concluso quest’anno gli studi superiori.
La passione per la macchina da presa e per la scrittura sono nate quando ero bambino e sperimentavo con la videocamera dei miei genitori. Pensavo a delle storie e cercavo di dar loro vita trasformandole in video.

Il cortometraggio “Cappotto giallo” è stato il mio primo lavoro mentre “Tè di vita” il mio secondo. Quest’ultimo è stato proiettato al cinema.

Frequento corsi di recitazione, cinema e videomaking che alimentano e ampliano la mia passione.
Per me il cinema è uno strumento incredibile in grado di raccontare la vita con le immagini, la musica, la recitazione, la letteratura.

Indietro
Indietro

ambra


LETIZIA FEDE

Sono sempre stata appassionata di teatro e cinema. Da bambina facevo dei piccoli spettacoli con una compagnia del mio paese e poi al Liceo ho avuto modo di conoscere le origini del teatro studiando Eschilo, Sofocle e Euripide.

In particolare in questi ultimi due anni ho avuto l'occasione di approfondire le mie conoscenze grazie a dei corsi di teatro, con Stefano Scherini e Giovanna Scardoni, e di cinema, con Mattia Agostinali. Proprio nell'ultimo corso di teatro ho incontrato Simone Castellani e Giorgio Bormolini, che mi hanno poi coinvolto nel loro nuovo progetto, Ambra. Conoscevo già i loro lavori precedenti, Cappotto Giallo e Tè di Vita, e li ho sempre stimati per la loro volontà, energia ed entusiasmo. 

Oltre al cinema e al teatro mi piace viaggiare e suonare, guardare film e leggere, andare a camminare in montagna e cucinare dolci.

Per quanto riguarda il futuro, mi sono appena diplomata al Liceo Classico e vorrei studiare Ingegneria a Milano il prossimo anno.

Indietro
Indietro

mattia


Ciao a tutti, mi chiamo Giorgio Bormolini, ho 20 anni e vivo a Livigno. Nel film interpreto Mattia, il nuovo vicino che ha un carattere particolare e una curiosa bombetta sulla testa. Il cinema, il teatro e la recitazione mi affascinano molto infatti, finita la scuola, il mio sogno è di poter diventare un attore professionista.

Fin da piccolo ho partecipato a dei teatri, da qualche anno frequento corsi di recitazione con Stefano Scherini e Giovanna Scardoni che mi insegnano a migliorare e capire il mondo del cinema e del teatro. Simone ed io ci siamo conosciuti in collegio e grazie alla condivisa passione per il cinema abbiamo deciso di fondare "CESSEC" e realizzare Cappotto giallo (cortometraggio), Tè di vita (mediometraggio) e Ambra (lungometraggio).

Il cinema ma soprattutto la recitazione secondo me sono la possibilità di vivere vite differenti dalla nostra e capire i caratteri delle personaggi.

Indietro
Indietro

insegnante di teatro


Nicoletta Cabello

Amante della luce e profonda conoscitrice degli abissi, ho sempre fatto delle espressioni artistiche, dal canto, al teatro, al disegno un modo per sperimentarmi e mettermi in gioco. La mitica maestra Teresa Amilcar ha nutrito la mia creatività con continui stimoli. Myrton Vaiani e Gianni Lamanna mi hanno guidata nel mio primo corso di teatro. Ho conosciuto l'indimenticabile Tito di Blasi, uomo eclettico e sensibile che ha animato per anni la vita culturale di Sondrio. Da qui si sono susseguite esperienze nelle compagnie Teatro e Spettacolo e Gente Assurda. Ho presentato eventi vari, da serate musicali a convegni di cori, sino al Festival internazionale dei documentari sui parchi. Sono stata invitata a varie manifestazioni, come la Festa della donna, per leggere o recitare poesie. Ho preso parte al lungometraggio "Il mistero di Castel Masegra", diretto dal Professor Nello Colombo,  nelle vesti della contessa Lucia Paribelli. Ho frequentato per qualche anno il corso di canto moderno presso la Scuola Civica di Sondrio, partecipando a tutti i saggi. In questi due ultimi anni ho frequentato il corso base ed il corso avanzato di teatro condotto da Stefano Scherini e Giovanna Scardoni presso la Scuola Civica di Sondrio. Nella vita di tutti i giorni sono mamma, compagna e fisioterapista sempre curiosa e desiderosa di aprire nuove porte sul mondo. Nel film Ambra mi è stato assegnato il ruolo dell'insegnante di teatro. Vi aspetto insieme ai mie compagni di avventura alla presentazione del film.

Indietro
Indietro

giorgia


Elena Sosio

Ciao, sono Elena. Ho 19 anni e sono di Livigno. Ho studiato al liceo scientifico, periodo in cui ho vissuto una miriade di esperienze.

Ho viaggiato, ho studiato in Inghilterra e in Irlanda e ho conosciuto molte persone. Amo parlare con le persone, amo sentire le loro storie! Sono incuriosita da tutto ciò che è diverso da me e dalle mie abitudini; per questo ogni viaggio è per me un'emozione. Ma amo anche la mia famiglia e le mie montagne, la mia casa.

Ora sono pronta per la vita universitaria che chissà, magari si dividerà tra Italia e estero.
Indietro
Indietro

vecchietto


Silvio Cena

Ciao,
io sono Silvio Cena, ho 53 anni e lavoro a Sondrio in una scuola superiore come assistente tecnico. Le mie passioni sono: musica (pianoforte), natura, mountain bike, motorsport (guida in pista), computer. Il mio motto: l'importante è che la morte ci trovi vivi!

Indietro
Indietro

donna fortunata


Elena Milani

Elena Milani nata nel 1981. Ha frequentato scuole d'arte, per diplomarsi all'Accademia di Belle Arti di Brera. Lavora come libera professionista nel suo Atelier di Arti Visive vicino a Chiavenna.Ha partecipato alle riprese del film La lucertola prodotto e ideato da alcuni studenti della scuola Civica di Cinema di Milano.

Da sempre appassionata al mondo del teatro, ha seguito laboratori, seminari teatrali, corsi di danza (moderna, classica,contemporanea, teatro-danza, danza buthō).Ha studiato con Corrado Accordino (teatro Libero – Milano), con Gigliola Amonini (QM – Sondrio), Stefania Curtoni(Progetto danza), Sabine Uitz, Giorgio Rossi (Sosta Palmizi), Elisabetta Di Terlizzi, Natasha Mordovkina (DDDance),Veronica Talassi (Rolling Theatre), Maria Carpaneto, Progetto Brockenhaus, Masaki Iwana, Stefano Scherini,Giovanna Scardoni. Ha partecipato a diverse performance Site Specific (le più recenti: Labirinto e Pasoliniana di Progetto Brockenhaus).Ha lavorato come attrice/danzatrice professionista nella produzione Un'opera da tre soldi di Progetto Brockenhaus.

Indietro
Indietro

professore


Simone Evangelisti

Nato a Tirano nel 1977, mi sono laureato a Pavia studiando un manoscritto "misterioso".

Coltivo la passione per la ricerca, il teatro, la scrittura e l'educazione.

Ho conosciuto Simone e Giorgio al corso di recitazione tenuto dall'attore Stefano Scherini. Con loro ho lavorato anche nel mio progetto "Le donne e la guerra".

Indietro
Indietro

madre di ambra


Monica Consonni

Fin da bambina appassionata di teatro e recitazione, ha frequentato diversi corsi e laboratori teatrali con Roberto Della Casa, Sabina Proietti, Stefano Scherini e Giovanna Scardoni. Si uniscono alla formazione in ambito teatrale, quella in musicoterapia (diplomata presso il Centro Artiterapie di Lecco) e in canto (lezioni private con la maestra Elisabetta Ferrari).

Al suo attivo svariate partecipazioni a spettacoli teatrali e performance in provincia di Roma, Terni, Sondrio e Bergamo. Attualmente sta frequentando il corso triennale di teatro presso la Scuola Civica di musica, danza e teatro della Provincia di Sondrio. E’ componente della Compagnia “Un filo drammatici” della Società Operaia di Chiavenna, prossimamente in scena con alcune repliche di “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare a Chiavenna, Morbegno e Bondo (Canton Grigione, Svizzera).

Indietro
Indietro

giulia


Elena Scibona

Sono Elena, o "Nina" per chi mi conosce da quando ero una bimbetta di una testa più bassa rispetto ai suoi coetanei, che dalla sedia nemmeno sfiorava terra coi piedi. In realtà non posso dire di essere un colosso nemmeno ora... resto sempre un nanetto biondo a cui tutti danno qualche anno in meno della mia vera età (sono del '97). Dopo tre anni a Lugano di cui ricordo molto poco, mi sono trasferita a Ponte in Valtellina, il paese dei miei genitori, e ancora abito qui, sul confine tra borgo acciottolato e meleti. A breve, però, mi dovrò abituare alla frenesia cittadina di Milano e alla nuova vita da universitaria. Ma soprattutto affronterò il trauma della convivenza con mia sorella maggiore, nella speranza che una non uccida l'altra nel sonno dopo la prima settimana. Oltre a lei, a movimentare la vita in casa nei rari momenti di accordo, ci sono mio fratello minore, un bassotto rognoso e vorace, una pelosissima meticcia più simile a una pecora che a un cane e tre gatti obesi.

Non sono un tipo particolarmente sportivo: dopo aver conseguito risultati fallimentari nello sci, aver dimostrato scarsissima attitudine al tennis ed essermi resa ridicola con la pallavolo, ho saggiamente deciso di dedicarmi a passatempi più proficui. Tra questi, il teatro. Iscritta per curiosità, quasi per gioco, a un corso organizzato dalla scuola, ogni anno a settembre mi ripresentavo al primo incontro frizzante di entusiasmo e ora mi intristisce l'idea di interrompere quella che ormai era diventata una piacevole routine.

Indietro
Indietro

rivenditore


Paolo Franchetti

Nato a Sondrio nel 1978, dopo un diploma tecnico commerciale ha conseguito una laurea in Psicologia a Milano. Dal 2005 si occupa di risorse umane per un istituto di credito.

Appassionato di sport, lettura e viaggi, si è avvicinato alla recitazione negli ultimi anni e nel 2015 ha frequentato il Corso base di Teatro tenuto da Stefano Scherini e Giovanna Scardoni e promosso dalla Scuola Civica di Musica di Sondrio. Nel 2016 ha frequentato il livello avanzato del medesimo corso. Nel maggio 2016 ha partecipato alle letture dedicate ai "Cento anni della grande guerra", promosse dal Museo Civico di Morbegno.

Alla prima esperienza in un lungometraggio.

Indietro
Indietro

anna


Angela Bertolini

Nata a Morbegno (So) nel 1978. Dopo piccole esperienze passate, 'riscopre' la passione del teatro grazie al corso organizzato nel 2015 dalla Civica Scuola di Musica, Danza e Teatro di Sondrio e tenuto dai docenti Stefano Scherini e Giovanna Scardoni.

Nel 2016 frequenta il livello avanzato del medesimo corso. Nel maggio 2016 partecipa come lettrice alla serata "Cento anni fa: la guerra. Le donne e la guerra", promossa dal Museo Civico di Morbegno e a cura di Simone Evangelisti.

Nell'agosto 2016 prende parte alle riprese del lungometraggio "Ambra".

Indietro
Indietro

direttore della fotografia


Devid Castellani

Ciao a tutti, sono Devid, ho 20 anni e lavoro come elettricista nella ditta di famiglia.

La mia passione, in realtà, da un po' di anni, non sono i cavi e i fili elettrici ma la fotografia. Ho frequentato vari corsi di fotografia e grazie a questi sono migliorato acquisendo nuove competenze nel tempo ma diciamo che si può sempre migliorare. Alle volte starei anche più di due ore davanti ad una cascata pur di fare una foto davvero suggestiva. Ammetto che l’ho fatto.

Spero, in un futuro, di trovare qualcuno di esperto che mi aiuti a migliorare nella mia passione.

Indietro
Indietro

segretaria d'edizione


Wanda Confortola

Ciao a tutti, mi chiamo Wanda e ho 19 anni. Mi sono diplomata quest'anno al Liceo Scientifico di Bormio e ora frequento il corso di laurea in Medicina a Genova. E’ un sogno che ho fin da piccola, quando prendevo la mia valigetta da dottore e mi mettevo a giocare con stetoscopio, camice e siringhe.

Oltre a ciò mi piacciono, in ordine sparso, le gite in mountain bike, i panorami a 3000 metri e vista mare, la pizza, le sfide, il silenzio e il colore verde, colore della natura e della speranza. Adoro leggere, ancora meglio se in riva al mare sdraiata su un’amaca. Mi piace scrivere e devo dire che ho abbastanza capacità organizzative e di relazione, non a caso sono la segretaria di edizione di “Ambra”.

Indietro
Indietro

aiuto montaggio


Matteo Zampatti

Matteo Zampatti, 21 anni. Ho frequentato il liceo scientifico a Tirano ed ora sto frequentando all'università statale di milano il corso triennale di informatica per la comunicazione digitale. Spesso le mie giornate le trascorro a “nerdare” al pc o a guardare serie tv e film ma amo anche stare all’aria aperta e fare lunghe camminate in montagna, grigliate e arrampicare.

Adoro anche i giochi di ruolo, i giochi da tavolo ed il Geocaching.

Indietro
Indietro

truccatore


Gianluca Biscotti

Sono Gianluca Biscotti nato nel 1998 e fin da allora amante dell'arte e del colore. Questo mio amore è ormai da parecchi anni espresso attraverso il make-up, forma d'arte moderna e unica.

I visi sono le mie tele e le sopracciglia la mia religione. In 'Ambra' esprimo con il trucco lo stato d'animo dei protagonisti attraverso colori e forme ad esso correlati.

Indietro
Indietro

casting


Daniele Galanga

Insegno lettere in una scuola superiore, ho molti vinili e leggo molto (ma è normale per un prof). Il cinema mi attrae e incuriosisce. Passo molto tempo ad ascoltare musica. A scuola cerco di essere un buon tramite per i ragazzi sperando che la mia curiosità sia la curiosità loro.

Credo che che il cinema, come la musica e la scuola, sia la scala che ci permette di oltrepassare i nostri piccoli confini.

Indietro
Indietro

Ambra Film di Simone Castellani

trama

Discoteca, ore 3.00.
La giovinezza, la musica che rimbomba nel locale, le luci colorate che dividono i volti in tanti piccoli frammenti.
Dopo uno shot di assenzio Ambra fa una scommessa con una sua amica: fingere di essere arrabbiata con una ragazza, per gioco, per vincere uno shot offerto dall’amica.
Ambra accetta la sfida ma qualcosa non va, la ragazza le risponde male e Ambra si arrabbia davvero.
La serata finisce male tra un colpo alla testa e un vuoto di memoria causato dall’alcool.

Da qui l’inizio della finzione, dei finti sentimenti e delle false emozioni.

Poi il giorno successivo, l’incontro con il nuovo vicino, Mattia, un uomo ambiguo e con una curiosa bombetta tra i capelli e la rivelazione delle sue “maschere”, scateneranno in Ambra una serie di processi psichici che la faranno riflettere sul problema delle maschere pirandelliane, sulla finzione e sull’apparenza.

“Ambra” è un viaggio tra sogno e realtà, tra il lato conscio e quello oscuro, tra luci e ombre.
Il doppio però viene diviso in tanti frammenti, le maschere, che nascondono e seppelliscono il “marcio” dentro di noi.

regista

simone castellani

Sono Simone Castellani, regista e sceneggiatore del film. Ho 19 anni e ho concluso quest’anno gli studi superiori.

cast

troupe

immagini dal set

news dal set

cessec film

CESSEC FILMS è una casa di produzione e distribuzione cinematografica
creata dal regista Simone Castellani e dall'attore Giorgio Bormolini.

 

tè di vita

Il film mette a confronto la vita con una tazza di tè, due diverse sequenze in costante similitudine fra loro: una ragazza, che versa il té e lo beve ed una vita che si forma e si colora davanti agli occhi di chi guarda. Il film si concentra su immagini e musica cercando di creare un'atmosfera suggestiva ricca di colori e di location a forte impatto visivo.

Girato a Sondrio, Livigno e sul lago di Como, ha coinvolto circa cinquanta persone.

GUARDA IL FILM RASSEGNA STAMPA
cappotto giallo

"Cappotto giallo" è un cortometraggio sentimentale/romantico scritto e diretto da Simone Castellani e interpretato da Giorgio Bormolini.

Simone, il protagonista racconta al suo diario i giorni passati in cui ha conosciuto una curiosa ragazza dal cappotto giallo.

Interamente narrato e girato a Sondrio con alcuni amici, è il primo lavoro di Simone e Giorgio.

GUARDA IL FILM RASSEGNA STAMPA

parlano di noi

richiedi info